Chi siamoRedazioneContattiCollabora con LarioSportPubblicitàInvia notizia / segnalazione
FacebookTwitterYouTubeInstagram
Lariosport.it  
IL CASO - Un calciatore dell'Aurora Montano positivo al Covid-19. Asintomatico, sta bene
Tutta la squadra in quarantena fiduciaria. Tra un mese come ripartiranno i campionati?
16 commenti
Mer 26 Agosto 2020 16.55
Positivo al Covid-19 un calciatore dell'Aurora di Montano
Montano Lucino,

Giusto il tempo di ritornare in campo, seguendo le procedure del protocollo Figc e accorgendosi della clamorosa mancanza d’indicazioni su cosa fare in caso di positività al Covid-19, che si è subito registrato il primo caso anche nel comasco...

 

 

È capitato all’Aurora di Montano Lucino, formazione di Terza categoria, che dopo aver svolto i primi due allenamenti della stagione ha dovuto fermarsi a causa della positività di un proprio calciatore. Un ragazzo come tanti da poco rientrato dalle vacanze (<<in Italia>>), che è stato contagiato da un amico che era con lui.

Il giovane, completamente asintomatico (come riportato nel comunicato postato sulla pagina Facebook della società gialloverde e riportato in fondo a questo articolo) è stato prontamente messo in isolamento. Tutti gli altri componenti della prima squadra venuti a contatto con il ragazzo si stanno invece sottoponendo all’iter disposto dal Ministero della Salute, in attesa dell’intervento dell’Ats Insubria: quarantena fiduciaria e tampone, per tutti.

<<Non ci abbiamo pensato un minuto a diramare il comunicato – racconta Massimo Testoni, dirigente della Polisportiva Aurora -, per dare anche un segnale a tutti che il virus c'è e circola ancora. Il ragazzo è asintomatico e sta bene. Stiamo aspettando che l’Ats Insubria ritiri il registro con le presenze del centro sportivo, nel frattempo ri-sanificato a dovere, per poi effettuare i tamponi del caso>>. Qualcuno ha già provveduto privatamente, anche perché il problema putroppo non si ferma al campo, ma tocca la quotidianità di ciascuno: famiglia e lavoro prima di tutto. 

Ricontestualizzando l'accaduto al calcio, Testoni aggiunge: <<E’ capitato durante la preparazione, qualche giorno stop non sarà certo un problema. Ma se dovesse capitare a stagione iniziata, cosa succederà? Non lo sappiamo, non ci sono linee guida da questo punto di vista. Attendiamo risposte parte della Figc e dagli organi competenti>>.

L’episodio non puo’ che allarmare e preoccupare tutto il movimento: a un mese dal via dei campionati ci s’interroga su quello che sarà il futuro dell’attività.

La voglia di tornare a giocare è tanta, anzi tantissima, e tutti sono disposti a fare i sacrifici necessari. Ma a questo punto servono certezze e indicazioni chiare: subito, perché è già tardi. Alle società serve un inter ben definito e percorribile - anche economicamente – che, tutelando la salute di tutti, possa garantire la ripresa e la disputa regolare di questa stagione sportiva.

 

 

IL COMUNICATO DELLA POLISPORTIVA AURORA

 

 


@Lariosport
© riproduzione riservata

CommentiI commenti degli utenti
Il giorno 26/08/2020 alle ore 18.01 lore75 ha scritto...
CommentoRiponiamoci la domanda....
Ne vale veramente la pena anticipare così tanto i tempi senza neanche sapere come comportarsi in casi come questo cioè di positività di un giocatore?
E purtroppo ce ne saranno moltissimi nei prossimi giorni e mesi quando non ci saranno solo gli allenamenti ma anche le partite.
La ripresa dell'attività calcistica è importantissima e fondamentale ma lo è ancora di più la salute, l'attività lavorativa degli adulti e la scuola per i ragazzi.
Quando ciò accadrà da metà settembre in poi significa che non si potrà andare a lavorare per un bel po' di giorni e non si potrà andare a scuola nel caso dei ragazzi.
Il giorno 27/08/2020 alle ore 10.17 bs13 ha scritto...
Commentoma nessuno capisce che ci stanno marciando su sta cosa?? informatevi, gente che lavora negli ospedali mi dice che il virus ha perso tantissima forza , ora non uccide più, la gente che muore ora sono malati di altre patologie che vengono "comodamente" catalogate come covid-19. "casualmente" tutti i positivi sono asintomatici e ,detto da questi medici, quasi mai contagiosi. bisognerebbe avere un po più di coraggio,spegnere le televisioni e accendere il cervello. ci stiamo facendo rovinare la vita(sport, lavoro ecc.) da gente che non capisce una mazza e usa la strategia del terrore. cataloghiamo il covid-19 in cio' che e' ora… e viviamo più serenamente.
buon ccampionato a tutti.
Il giorno 27/08/2020 alle ore 10.24 the_wall ha scritto...
CommentoParole sacrosante bs13 , ma purtroppo la gente ormai ha il cervello a puttane . come parlare ai muri, punto e basta
Il giorno 27/08/2020 alle ore 12.08 abc ha scritto...
CommentoBs13 sarà anche così come dici tu ma non per questo bisogna saltare a piè pari i vari protocolli, linee guida come diavolo li vuoi chiamare... Purtroppo vanno rispettati..
Anche perchè i professionisti sono ultra controllati, non mi sembra nemmeno giusto nei loro confronti non aver alcun tipo di controllo..se no che senso ha?
Il giorno 27/08/2020 alle ore 12.15 the_wall ha scritto...
CommentoGustissimo quello che dici abc, ma infatti sono i protocolli che sono una follia allo stato puro
Il giorno 27/08/2020 alle ore 12.21 bs13 ha scritto...
Commentosono una follia perché imposti dall'alto.. la serieta' e' altro dai.. come ci si puo' fermare ora? capisco il lockdown di marzo.. ma rifermarsi ora significherebbe la morte del calcio dilettanti solo perché il 90 per cento dei nuovi contagiati e' asintomatico?????
Il giorno 27/08/2020 alle ore 12.39 pelone ha scritto...
CommentoInnanzitutto l aurora poteva risparmiarsi di fare un articolo del genere a cosa serve?solo allarmismo x niente....il virus non esiste più o meglio è molto. Meno pericoloso non lo dico io ma i numeri... Il calcio generale come tutti gli sport devono iniziare girano tanti soldi
Il giorno 27/08/2020 alle ore 15.42 bomberaldo ha scritto...
CommentoBs13 parole sante
Il giorno 27/08/2020 alle ore 16.21 lore75 ha scritto...
CommentoPer curiosità andate a leggere il protocollo del comitato regionale Piemonte da attuare durante le partite regionali e provinciali.....
Pazzesco.....
Il giorno 27/08/2020 alle ore 16.29 metronomo ha scritto...
Commentocredo che dire che il virus non esista più è una forzatura. i casi ci sono, forse il virus ha perso "potenza" come dicono , ma è ancora presente. e chi dice il contrario manca di rispetto a chi ci combatte quotidianamente. mi sembra di sentire ancora l'eco del " siete i ns eroi " e poi quando si aprono le gabbie tutti fuori come se nulla fosse.. salvo poi se capita in prima persona a fare dei passi indietro e speriamo di no, piangere.
non siamo professionisti, abbiamo un lavoro e una famiglia.. quanto vale la pena?
boh..
Il giorno 27/08/2020 alle ore 16.48 gianny-bezzi ha scritto...
CommentoE' innegabile che la situazione attuale sia completamente diversa rispetto a quella dei mesi più duri in termini di contagi e di vite umane, ma anche qui si potrebbe stare a discutere per ore (sulla conta dei decessi soprattutto) parlando sempre con grandissimo rispetto per chi oggi non c'è piu e per i famigliari che soffronno e hanno sofferto.
i positivi quasi totalemte asintomatici di queste settimane non preoccupano e questo è sotto gli occhi di tutti, quello che mi chiedo è: siamo nel periodo più caldo dell'anno e ormai sappiamo tutti che i virus di questo tipo soffrono le alte temperature, veniamo da un periodo di chiusura totale e dopo la riapertura abbiamo tutti utilizzato mascherine e distanziamento sociale e questo secondo chi accredidato a parlarne ha indebolito la trasmissione e la forza del virus, la domanda è: rimarra cosi anche questo inverno? cosa succederà alle squadre che probabilmente dovranno isolarsi perchè qualcuno è stato trovato positivo? se avessimo la certezza che il virus non fosse più in grado di manifestarsi nel suo aspetto peggiore credo che varrebbe davvero la pena rischiare ma cosi? se con l'inverno le cose dovessero peggiorare ancora? non pensiamo ai nostri nonni, ai nostri genitori? io pagherei per poter riprendere a fare ciò che amo oggi, ma bisogna essere onesti. qui credo che si stia comunque tirando il piu possibile per fare incetta di denaro, al primo ulteriore campanello d'allarme ribloccare tutto, certo che farlo con le tasche piene è diverso.
Il giorno 27/08/2020 alle ore 17.03 lore75 ha scritto...
CommentoAlla fine sarà così.
Forse si farà in tempo ad iniziare (forse e ripeto forse perché fino a metà settembre è ancora lunga) e poi, quando saranno più le squadre e tesserati in quarantena/isolamento, si fermerà tutto di nuovo.
Il giorno 27/08/2020 alle ore 17.29 moutrap ha scritto...
CommentoIl.problema ce inutile negarlo ma tu lore75 ci sguazza nella sfiga sembra che non aspetti altro. Quelli che ti sono vicini minimo una tuta da palombaro. Ottimismo il senso della vita diceva una reclame
Il giorno 27/08/2020 alle ore 18.56 the_wall ha scritto...
Commentouna tuta da palombaro? minimo me ne metterei dieci io...
Il giorno 28/08/2020 alle ore 11.02 bs13 ha scritto...
Commentodiciamo che ha fatto comodo ricevere i soldi delle iscrizioni… chi vuole intendere intenda
se decidi di riniziare la stagione (cosa giustissima) , prima devi accertarti che gli ignoranti di roma te lo facciano fare senza restrizioni o regole assurde… o no?
Il giorno 28/08/2020 alle ore 11.02 bs13 ha scritto...
Commentodiciamo che ha fatto comodo ricevere i soldi delle iscrizioni… chi vuole intendere intenda
se decidi di riniziare la stagione (cosa giustissima) , prima devi accertarti che gli ignoranti di roma te lo facciano fare senza restrizioni o regole assurde… o no?
Per commentare devi essere registrato.
Se hai già un account puoi accedere con i tuoi dati.
Se sei un nuovo utente puoi registrarti su lariosport.it.
Navigatore campionati