Chi siamoRedazioneContattiCollabora con LarioSportPubblicitàInvia notizia / segnalazione
FacebookTwitterYouTubeInstagram
Lariosport.it  
Calcio dilettanti, allenatori al palo: tecnici comaschi in bilico o fermi per scelte personali
Rumors: Pilia è stato vicino alla Sestese, Piazzi lascia la guida del Tavernola
15 commenti
Gio 9 Luglio 2020 11.18
Claudio Pilia, lo scorso anno alla guida del Castello
Como,

Sono diversi gli allenatori comaschi del calcio dilettanti in questo momento senza squadra in vista della stagione 2020/21: qualcuno di loro potrebbe presto trovare una panchina, qualcun altro per propria scelta ha deciso di prendersi il cosiddetto “anno sabbatico”.

 

 

Partiamo da Claudio Pilia, lo scorso anno allenatore del Castello (Promozione) ma visto in passato anche sulla panchina del Fenegrò e delle giovanili del Como: dopo essersi separato dai canturini ha trattato con i varesini della Sestese, formazione di Eccellenza, che hanno però poi ufficializzato come mister Alessandro Ferrero.

Un altro ex Fenegrò come Ivan Stincone è invece reduce da un paio di esperienze fuori dalla nostra provincia: bene due anni fa a Morazzone, meno bene lo scorso anno a Solaro, dove fu esonerato con la squadra penultima. Per Stincone qualche timido sondaggio nelle ultime settimane del Mariano, ma al momento anche lui è fermo.

Così come fermo per scelta Andrea Castellini, storico mister del Menaggio e nell’ultima stagione alla ColicoDerviese: ha lasciato la panchina del lecchesi, ma ci sono voci insistenti che lo darebbero presto di nuovo in prima linea con un nuovo progetto in ambito menaggino.

In attesa di un’opportunità Luca Mauri, senza squadra dopo l’abbandono a metà campionato passato del Lomazzo, si è fermato per motivi personali e lavorativi anche Roberto Manzoni, che ha condotto nell’ultimo campionato la Porlezzese al ruolo di rivelazione nel campionato di Seconda categoria (girone H).

Novità dell'ultim'ora, Christian Piazzi ha lasciato il Tavernola, nonostante fosse stato riconfermato dalla società che ha deciso però di intraprendere una strada nuova rispetto alla scorsa stagione, cedendo tutti i big e puntando su una squadra giovane: "Mi dispiace lasciare una società dove mi sono trovato bene e che ringrazio - racconta Piazzi - ma non me la sono sentita di proseguire in un progetto che non combaciava con le mie idee. Momentaneamente sono fermo ma spero di poter trovare presto un'altra panchina".

 


@Lariosport
© riproduzione riservata

CommentiI commenti degli utenti
Il giorno 09/07/2020 alle ore 12.16 lorenzosalamandra ha scritto...
CommentoCredo ce ne siano molti altri in giro di allenatori nel comasco che non hanno al momento panchina. Penso a Mazzarese ex Ronago, a Sarchi ex Serenza, a Musumeci ex Ardisci, a Giglia ex hf, a Schena ex bulgaro, a Manzoni ex Porlezzese, Lanfranconi ex Sagnino e molti altri.
Il giorno 09/07/2020 alle ore 12.42 redlariosport ha scritto...
CommentoAbbiamo voluto parlare di alcuni degli allenatori che hanno allenato nell'ultima stagione e ora sono fermi, è ovvio che ce ne siano molti altri fermi in tutta la provincia, ma quelli da lei indicati già non allenavano nella stagione 2019/20. Roberto Manzoni è invece citato nell'articolo.

Red Lariosport
Il giorno 09/07/2020 alle ore 12.55 flaviomosco ha scritto...
Commentoma ovvio che Piazzi andasse via da tavernola, non hanno ne giocatori, ne DS, ne dirigenti all'altezza, a questo punto neanche mister. una squadra che tanto bene ha fatto negli ultimi anni, avendo sempre ottime squadre farà purtroppo una brutta fine sportiva.
Il giorno 09/07/2020 alle ore 13.23 moutrap ha scritto...
CommentoPoi però l'AIAC che pretende patentino obbligatorio non controlla chi allena senza.
Il giorno 09/07/2020 alle ore 17.28 lorenzosalamandra ha scritto...
Commentocara redlariosport nel mio post non c'era polemica e proprio per essere precisi Sarchi Manzoni Schena e Giglia l'anno scorso hanno allenato.
Il giorno 09/07/2020 alle ore 17.53 redlariosport ha scritto...
CommentoRipetiamo: Manzoni è già citato nell'articolo.

Per quanto riguarda gli altri: Sarchi non ha allenato l'anno scorso (si intende ovviamente una squadra del calcio dilettanti, non la Rappresentativa - che peraltro per i noti problemi non ha mai giocato), Schena non ha allenato l'anno scorso (aveva iniziato a Concagno ma dimettendosi ben prima dell'inizio del campionato) e Giglia non ha allenato l'anno scorso (ha fatto solo qualche partita prima della sospensione, è l'unico nome che possiamo passare, anche se di fatto è ormai dirigente a tutti gli effetti, come sarà anche nella nuova Albate Hf Calcio).

Nemmeno nella nostra risposta c'era niente di polemico, ma semplicemente voler puntualizzare quanto scritto. Era un articolo su alcuni degli allenatori che in questo momento sono fermi, senza la pretesa di dover diventare la Bibbia di tutti gli allenatori che sono fermi in questo momento, come lei - in un tono che forse non voleva essere polemico ma sembrava tanto esserlo - pensava.

Buona giornata

Lariosport
Il giorno 10/07/2020 alle ore 10.18 collina ha scritto...
CommentoFlavio mosco... Sarà anche vero, ma il problema è il solito, i soldini. Non è difficile fare buoni campionati quando si possono prendere buoni giocatori pagandoli, poi però succede che finiti i soldi finisce la squadra e questo non è sport. Meglio finire male sportivamente.
Il giorno 10/07/2020 alle ore 12.19 reddevil ha scritto...
CommentoA Tavernola non sono finiti i soldi, saranno spesi meglio e destinati al rinnovo della struttura per far crescere i giovani.
Il giorno 10/07/2020 alle ore 13.43 flaviomosco ha scritto...
CommentoIo non commento come saranno utilizzati o se ci sono o no i soldi, sto constatando il fatto che il tavernola ha sempre presentato ottime rose e quest’anno, dati i presupposti, farebbe meglio a dedicarsi solo al settore giovanile evitando magre figure in giro per la Lombardia.
Il giorno 10/07/2020 alle ore 14.37 moutrap ha scritto...
CommentoCerto poi ci sono. Società pronte a lamentarsi e danno rimborsi oltre i 1000 euro in promozione. W il calcio dilettante se esiste ancora
Il giorno 13/07/2020 alle ore 14.24 pallone75 ha scritto...
Commentoma ci sono ancora societÄ CHE danno 1000 euro/mese in promozione? non ci credo
Il giorno 13/07/2020 alle ore 16.29 moutrap ha scritto...
Commento1300 x l'esattezza.
Il giorno 13/07/2020 alle ore 17.49 pizzo ha scritto...
Commentopochi 1300€ in promozione, ho sentito richieste di 30000€ a stagione più un lavoro ;-)
Il giorno 13/07/2020 alle ore 18.15 moutrap ha scritto...
CommentoUna neopromossa in serie D parla di cifre più alte. Naturalmente non x tutti. Fortunate quelle società che hanno questi budget.
Il giorno 15/07/2020 alle ore 11.28 depi1985 ha scritto...
CommentoPenso che non sia carino sputare sentenza su una società come il Tavernola senza sapere minimamente i progetti che ha la società
All'esterno probabilmente risulta tutto negativo, ma conoscendo le persone che ci lavorano non penserei che sia tutto da buttare anzi..il tempo dirà chi aveva ragione..tralasciando il fatto che possano aver pagato gli errori di chi operava fino all'anno scorso
Per commentare devi essere registrato.
Se hai già un account puoi accedere con i tuoi dati.
Se sei un nuovo utente puoi registrarti su lariosport.it.
Navigatore campionati