Chi siamoRedazioneContattiCollabora con LarioSportPubblicitàInvia notizia / segnalazione
FacebookTwitterYouTubeInstagram
Lariosport.it  
CALCIOMERCATO - Si cambia in casa Menaggio, nuovo allenatore a Porlezza
Possibile unione di intenti tra Real San Fermo (che annuncia il mister) e Concagnese?
22 commenti
Gio 18 Giugno 2020 10.56
Luigi La Rocca, nuovo allenatore del Real San Fermo
Como,

Continuano le indiscrezioni e le novità su alcune delle squadre del calcio dilettantistico comasco in vista della prossima stagione. Con il mercato calciatori ancora fermo, la fanno da padrone le conferme o gli addii sulle panchine. Ma non solo questo...

 

 

Iniziamo dalla Prima categoria, dove il presidente Giuseppe Spreafico ha annunciato ufficialmente la riconferma di tutto lo staff della prima squadra dell’Ardita, a partire da Gianluca Ghelfi in panchina: ma c'è un nuovo tassello: a fianco di Antonio Campeglia (che sarà direttore generale) agirà Christian Giglio nel ruolo di ds. Buona parte della rosa verrà riconfermata, poi si procederà con qualche innesto.

Si cambia invece a Menaggio, dove si sono separate in maniera cordiale le strade di mister Mazzucotelli e della società: il ds Fraquelli sta lavorando per un nuovo allenatore e per migliorare la rosa della squadra. Lo stesso Mazzucotelli dovrebbe trovare comunque collocazione nella vicina Porlezza, dove la Porlezzese (Seconda categoria) sembrerebbe in procinto di annunciare Gerry Zambetti come allenatore e Mazzucotelli appunto come vice.

Risalendo in Prima, ci sono alcune voci che parlano di una possibile fusione tra il Real San Fermo e la Concagnese (Terza categoria): per ora solo abboccamenti, anche se nel frattempo il Real San Fermo ha scelto Luigi La Rocca come nuovo allenatore. Seconda categoria: vicina la riconferma di Walter Maroni alla Lariointelvi (e con lui dovrebbe rimanere anche bomber Giuliano), mentre a Cavallasca si cerca un nuovo tecnico, con Antonio Nania che potrebbe andare alla guida della Juniores (se venisse fatta la squadra).

Alla Virtus Cermenate obiettivi ambiziosi in vista del prossimo campionato, che segnerà il decennale dalla nascita della società: confermato Massimiliano Bogani in panchina (di fatto non ha mai esordito, essendo diventato allenatore pochi giorni prima della sospensione), si punterà a fare una squadra che possa puntare alle zone alte. In Terza l’Assese conferma mister Ciaravella, ma è possibile che faccia richiesta di partecipare al prossimo campionato della Delegazione di Lecco. Non resterà invece all'Aurora mister Lorenzo Coira.

 


@Lariosport
© riproduzione riservata

CommentiI commenti degli utenti
Il giorno 18/06/2020 alle ore 12.18 bs13 ha scritto...
Commentola sagra del salto nel buio.. certo che e' proprio vero, nelle nostre categorie si sceglie il mister perché e' amico di… o perché porta sponsor.. i mister preparati faticano a trovare una terza.
poi il campo dice sempre la verita'.
Il giorno 18/06/2020 alle ore 13.08 appassionato ha scritto...
Commentonell'articolo parlano di cinque o sei persone, a chi ti riferisci, dobbiamo saperlo prima di contestarti...
Il giorno 18/06/2020 alle ore 16.14 bs13 ha scritto...
Commentoio parlo in generale, non mi riferisco a qualcuno in particolare, sfido chiunque a contraddirmi.
se mi riferissi a qualcuno dell'articolo fidati che farei nomi e cognomi.
e' un po come la regola del patentino per allenare in categoria, lo hanno tutti? non mi pare.
Il giorno 18/06/2020 alle ore 17.01 super ha scritto...
CommentoIn bocca lupo ds giglio,di sicuro i ragazzi si troveranno bene con te ??
Il giorno 18/06/2020 alle ore 17.12 moutrap ha scritto...
CommentoIl.patentino lo si scavalca come è quando si vuole. Anche se resto dell'idea che 1/2/3 Non serve. Mio personale parere
Il giorno 18/06/2020 alle ore 17.16 bs13 ha scritto...
Commentoparere rispettabilissimo, ma se c'e' una regola va rispettata. poi che il patentino possa non serva o serva e' un altro discorso. ma che in prima cat si aggirino regole per fare allenare allenatori senza patantito mi pare un po grottesco.
Il giorno 18/06/2020 alle ore 17.31 peter ha scritto...
Commentobella coppia a Porlezza, persone preparate e per bene!
poveri ragazzi vi faran un mazzo tanto ma c'e solo da imparare!
Il giorno 18/06/2020 alle ore 18.03 collina ha scritto...
CommentoSono d'accordo con bs13, non è questione di invidia o di incapacità di chi allena senza patentino, é una questione di regole, se ci sono vanno rispettate e va punito chi non le rispetta. L'altra alternativa sarebbe di toglierle, ma una di queste cose va fatta, altrimenti continueremo a essere il paese degli incapaci che fanno le regole e dei furbetti che le evitano.
Il giorno 18/06/2020 alle ore 19.20 moutrap ha scritto...
CommentoCollina e bs13 sono d'accordo con voi se ci sono regole vanno rispettate. Ma se sono gli allenatori a non fare questo. Si accontentano del rimborso danno il.nominativo e fanno allenare un altro. Poi aiac fa corsi e pretende regole
Il giorno 18/06/2020 alle ore 19.21 moutrap ha scritto...
CommentoDetto anche che i corsi in orari lavorativi a costi esagerati e poi tutti promossi.
Il giorno 19/06/2020 alle ore 10.14 bs13 ha scritto...
Commentovero, moutrap, ma cmq devi seguire lezioni e fare esami ,anche se alla fine promuovono se hai un minimo di ore seguite.
se la lnd punisse le squadre che aggirano le regole fidatevi che i furbetti sparirebbero.
Il giorno 19/06/2020 alle ore 10.57 beppe43 ha scritto...
CommentoMa ancora con ste storie: se continuate a scandalizzarvi ma non fate mai alcuna denuncia formale contro i prestanome, lasciate almeno stare di criticare il sistema, i patentini, le società, i finti mister e quelli veri, etc. Siete i soliti italiani....

Volete denunciare? Mandate a lombardia@assoallenatori.it l'articolo di giornale, le foto fatte sul campo alla domenica o in settimana con il finto mister che guida la squadra, e poi non rompete più le scatole che ci pensa la Procura Federale. Questo è un vostro dovere, non l'anonimato, non il pettegolezzo. Non esistono enti che devono/possono fare il controllo sul territorio: purtroppo per voi non esiste la Polizia del Calcio, è un compito che spetta a tutti i cittadini.
Il giorno 19/06/2020 alle ore 11.17 bs13 ha scritto...
Commentobeppe43 ,nessuno si scandalizza, dato che il 50 per cento delle societa' fa cosi, e sta pur certo che le denunce cadono nel dimenticatoio, noi siamo i soliti italiani, gli altri sono i soliti italiani "furbetti", tutto qua.. ma se siamo in mano ad una lnd che ci ha messo 3 mesi ad annullare campionati e quasi 4 a decretare promozioni e retrocessioni..
Il giorno 19/06/2020 alle ore 11.18 mrstramanz ha scritto...
CommentoPiero e Gerry ottima coppia per Porlezza dove trovano una società fatta di bravissime persone. In bocca al lupo per il futuro. Roby Manzo
Il giorno 19/06/2020 alle ore 11.54 moutrap ha scritto...
CommentoBeppe 43 un esempio uno allena in promozione come dirigente esonerato va in 2cat. Come allenatore. Non ha infranto regole ma fatta la legge trovato linganno
Il giorno 19/06/2020 alle ore 12.02 lorenzosalamandra ha scritto...
Commentovaglielo a dire a Guerriero che aiac e la federazione non controllano!!!
Il giorno 19/06/2020 alle ore 14.58 bs13 ha scritto...
Commentoperché, lorenzosalamandra?
Il giorno 19/06/2020 alle ore 16.32 appassionato ha scritto...
Commentorumors da porlezza, ugo giuliano pronto al ritorno da privilegiato
Il giorno 19/06/2020 alle ore 16.33 appassionato ha scritto...
Commentocon lui a porlezza anche i fedelissimi di mazzucotelli e gli amici di zambetti, la prima non e' piu' un miraggio !
Il giorno 19/06/2020 alle ore 17.06 mrstramanz ha scritto...
Commentoappassionato non credo ... i ragazzi che ci sono a Porlezza sono già all'altezza di giocarsi le loro chanche per un ulteriore salto di categoria sfiorato o meglio interrotto quest'anno.... certo ogni rinforzo sarà di sicuro aiuto...
Il giorno 23/06/2020 alle ore 14.57 fernando1 ha scritto...
CommentoAll'interno del mondo dilettantistico tutti sanno chi fa dirigere squadre ad allenatori senza patentino e con l'assistenza di un prestanome. Lo sanno benissimo le società e lo sanno benissimo i dirigenti dell'aiac che naturalmente si guardano bene dal fare verifiche ma incitano gli altri allenatori a denunciare.... come dire: vai avanti tu con la denuncia che poi io sono obbligato ad intervenire. Ma alla fine l'aiac non dovrebbe tutelare gli allenatori patentati?
E' poi nel settore giovanile è ancora peggio! Ci sono categorie nelle quali è obbligatorio il mister patentato (non parlo delle categorie provinciali) ma nelle distinte di gara non ne risultano. La federazione che fa? Nulla, in quanto afferma che non è competenza sua. Semplicemente ridicolo! E di chi sarebbe la competenza?
Tutti bravi a parole ma nei fatti sono solo capaci di chiedere soldi per affiliazione e tesserino aiac!
Il giorno 23/06/2020 alle ore 14.59 fernando1 ha scritto...
CommentoI mister patentati sono richiesti anche per alcune categorie provinciali.
Nel messaggio di prima mi è rimasto un refuso
Per commentare devi essere registrato.
Se hai già un account puoi accedere con i tuoi dati.
Se sei un nuovo utente puoi registrarti su lariosport.it.
Navigatore campionati