Chi siamoRedazioneContattiCollabora con LarioSportPubblicitàInvia notizia / segnalazione
FacebookTwitterYouTubeInstagram
Lariosport.it  
"Negro di m..." alla partita dei Pulcini: episodio spregevole in Aurora Desio-Sovicese
Lettera della Lnd: "I Dilettanti hanno gli anticorpi per combattere questi fenomeni"
Nessun commento
Gio 7 Novembre 2019 09.25
Cosimo Sibilia, presidente Lnd
Como,

Gli episodi di razzismo non risparmiano nessuna categoria del calcio italiano. Dal vertice sino ai campionati dilettantistici, il fenomeno trova continuamente nuovi spregevoli interpreti, anche in occasione di gare delle competizioni giovanili. 

Un episodio di razzismo si è verificato alla partita di calcio tra Aurora Desio e Sovicese del campionato Pulcini. Un bambino di dieci anni della squadra desiana è stato chiamato “negro di merda” da una madre della squadra avversaria. Lo ha denunciato l’Aurora Desio attraverso una lettera aperta pubblicata su facebook.

Per questo la decisione di far giocare alcune squadre nel prossimo weekend con il volto colorato di nero e la richiesta alla Sovicese di far luce sull'accaduto.

 

 

 

 

“Il movimento dei Dilettanti possiede gli anticorpi al razzismo – ha dichiarato il presidente della LND Cosimo Sibilia lo dimostrano le azioni concrete messe in atto dalle nostre società e dai nostri dirigenti che hanno sempre condannato prontamente ogni forma di discriminazione, solidarizzando con le vittime ma soprattutto condannando i colpevoli, sia che fossero propri tesserati o semplici sostenitori. Ciò è possibile grazie all’impegno costante della LND nel contrasto al razzismo ed alla consapevolezza del ruolo sociale e culturale che i club dilettantistici sono chiamati a svolgere in ogni angolo d’Italia. Tutte le iniziative messe in campo, non ultima quella promossa dall’Aurora Desio, che mi auguro incontri la più ampia partecipazione, saranno sostenute con convinzione dalla Lega Nazionale Dilettanti”.

"Il Comitato Regionale Lombardia è al fianco delle proprie affiliate nella battaglia di civiltà contro ogni forma di intolleranza e razzismo - ha aggiunto il presidente del CRL Giuseppe Baretti - e parteciperà in prima persona all'iniziativa condivisa fra le società Aurora Desio e Sovicese e a tutte le manifestazioni utili a far sì che il mondo del calcio dilettantistico e giovanile non venga screditato nel suo alto valore sociale a causa dell'ignoranza di qualcuno".  

 


@Lariosport
© riproduzione riservata

CommentiI commenti degli utenti
CommentoPuoi essere il primo a commentare questa news
Per commentare devi essere registrato.
Se hai già un account puoi accedere con i tuoi dati.
Se sei un nuovo utente puoi registrarti su lariosport.it.
Navigatore campionati