Chi siamoRedazioneContattiCollabora con LarioSportPubblicitàInvia notizia / segnalazione
FacebookTwitterYouTubeInstagram
Lariosport.it  
Calciomercato: rivoluzione al Castello, via quasi tutti e Pilia nuovo allenatore
Si muove bene l'ambiziosa Andratese, ecco il nuovo allenatore del Novedrate
10 commenti
Ven 28 Giugno 2019 09.53
Como,

Si prospetta una vera e propria rivoluzione nella rosa del Castello, che dopo il successo dei playoff di Prima categoria si prepara ora ad affrontare da protagonista anche il campionato di Promozione...

 

 

La società canturina infatti, che ha di recente salutato mister Ziliotto (attesa a breve la nomina del sostituto, l’ex Fenegrò Claudio Pilia), confermerà infatti pochissimi elementi (forse solo un paio) della squadra che ha disputato l’ultimo campionato.

Tra le ultime uscite confermate ci sono quelle di capitan Massimo Sorbaradella collaudata coppia di difensori centrali Matteo Brambilla e Cristian Pepé Sciarria. Tre nomi importanti, che ora sul mercato faranno gola a molte.

Scendendo in Seconda, altri movimenti in entrata per l’ambiziosa Andratese, che ha ufficializzato gli acquisti del difensore classe ’95 Davide Lentini dall’Itala e del centrocampista classe ’97 Alessio Tavella, proveniente dal Meda. Ora l’obiettivo del direttore sportivo Bonanomi è un portiere da affiancare al giovane Mattia Baldassa (proveniente dalla Salus Turate) e un paio di giovani per completare l’organico.

Sempre in Seconda categoria, c’è il nome del nuovo allenatore del Novedrate: si tratta di Tiziano Clerici, esperto mister visto anche sulla panchina della Cascinamatese tra il 2015 e il 2016. I brianzoli hanno ingaggiato anche Gianluca Cimnaghi, esterno classe ’91 proveniente dall’Aurora Desio, mentre ora l’obiettivo diventa quello di trovare un portiere.

 

 


@Lariosport
© riproduzione riservata

CommentiI commenti degli utenti
Il giorno 28/06/2019 alle ore 14.24 pallone75 ha scritto...
CommentoBrambilla-Pepe Sciarria entrambi ceduti ..... ? mah .... a me sembravano già ok per la Promozione
Il giorno 28/06/2019 alle ore 14.32 osservatore ha scritto...
CommentoOgni giocatore, come ogni allenatore, ha la sua categoria.
Il giorno 28/06/2019 alle ore 15.50 pallone75 ha scritto...
Commentoinfatti, i due centrali mi sembrava, avendoli visti giocare, avessero il "margine" necessario per affrontare la categoria superiore
Il giorno 28/06/2019 alle ore 15.55 osservatore ha scritto...
CommentoPersonalmente ritengo che il vero calcio si inizi a vedere dalla promozione in su, non che nelle categorie inferiori non vi siano giocatori e tecnici bravi, ma sicuramente la qualità è nettamente superiore. Poi capita pure che allenino coloro che mettono i soldi o portano gli sponsor. Ma almeno la stragrande maggioranza dei calciatori siano di categoria o di categoria superiore.
Il giorno 28/06/2019 alle ore 16.06 giojose` ha scritto...
CommentoOsservatore in 1/2/3 cat.allenano x passione e spesso senza diploma. Cosa che io trovo giusto. Dalla promozione è giusto essere qualificato xché è già livello buono
Il giorno 28/06/2019 alle ore 17.22 osservatore ha scritto...
CommentoCredo che tutti allenino per passione. Ma già la 1^ c'è un discreto livello anche di tecnici. Ed io ritengo che tutti debbano essere qualificati, con dei costi inferiori, con più corsi durante l'anno, soprattutto di aggiornamento. Possibilmente tenuti da persone ancora più qualificate.
Il giorno 28/06/2019 alle ore 17.28 giojose` ha scritto...
CommentoOsservatore giusto commento. Costi e soprattutto orari più comodi x tutti.
Il giorno 29/06/2019 alle ore 09.04 calciocalcio67 ha scritto...
CommentoLa professionalita la passione e le competenza(patentino) non hanno categorie... chiedete a sarri e sacchi.. come allenavano in swconda categoria.. come fossero in serie a.. giusto così...
Il giorno 29/06/2019 alle ore 21.15 giojose` ha scritto...
CommentoSarri ha potuto lasciare il posto in banca. Sacchi ha girato l'Europa x imparare potendo permetterselo. Altro è cominciate da zero. Poi bravissimi loro
Il giorno 29/06/2019 alle ore 21.16 giojose` ha scritto...
CommentoCalcio paragonare le possibilità avute da Sarri e Sacchi all'inizio rispetto ad altri non mi pare giusto. Poi il loro valore non si discute
Per commentare devi essere registrato.
Se hai già un account puoi accedere con i tuoi dati.
Se sei un nuovo utente puoi registrarti su lariosport.it.
Navigatore campionati